DHL, ONU e Fiji insieme contro il cambiamento climatico
Testo
Lunedì, 6 Novembre, 2017
Parte oggi a Bonn COP23
La città tedesca ospita la conferenza sul cambiamento climatico che vedrà le Fiji alla Presidenza. DHL sarà partner ufficiale dell’evento

DHL conferma il proprio impegno verso la salvaguardia dell’ambiente partecipando come Official Partner a COP23, la conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico che si terrà da oggi al 17 novembre a Bonn con la Presidenza delle Isole Fiji.

 

La conferenza, supportata dal Governo tedesco e dalla Municipalità di Bonn, oltre che dal Quartier Generale ONU, avrà come sedi il Campus ONU e il Rheinaue-Park Bonn, siti ai due lati degli headquarter del Gruppo Deutsche Post DHL: in questi oltre 10 giorni d’incontri si attendono ben 20mila persone.

 

“Il simbolo della Presidenza delle Fiji a COP23 sarà la drua (l’imbarcazione tipica dell’arcipelago oceanico - ndr), per ricordare che il mondo e tutti noi siamo sulla stessa barca quando si tratta di cambiamento climatico. Tutti noi dobbiamo spiegare le vele di questa imbarcazione per poter portare avanti la nostra agenda con determinazione – ha commentato Peniana Lalabalavu, Chief Coordinator per la Presidenza alla conferenza. – Vorremmo ringraziare sentitamente il Gruppo Deutsche Post DHL per l’importante supporto logistico e l’esperienza consolidata nel trasferire la drua e altri prodotti fin qui a Bonn”.

 

Il supporto del Gruppo non si limita, però, ai servizi logistici e di trasporto, ma prevede anche la predisposizione di locali ad hoc in cui condurre le conferenze. In più, fra gli obiettivi del programma ci sono anche esposizioni e iniziative che coinvolgeranno dipendenti e cittadini nel piantare alberi in città.

 

“Siamo fieri di unire le forze con Fiji e Nazioni Unite nel comune obiettivo di proteggere l’ambiente. La logistica green può infatti giocare un ruolo cruciale nel combattere il cambiamento climatico: per questo abbiamo introdotto la nostra Mission GoGreen 2050, che mira a ridurre a zero le emissioni di CO2, facendo così largo a una nuova logistica sostenibile”, ha aggiunto Christof Ehrhart, Executive Vice President Corporate Communications and Corporate Responsibility del Gruppo Deutsche Post DHL.

 

Sostenibilità e responsabilità verso l’ambiente sono infatti componenti imprescindibili nella corporate strategy del Gruppo di Bonn, che nel 2008 è stato il primo provider logistico a prevedere un piano di protezione ambientale. Il primo step di questa missione prevedeva la riduzione del 30% delle emissioni di CO2 prodotte entro il 2020, traguardo raggiunto con quattro anni di anticipo nel 2016: da qui, l’ancora più ambizioso piano di una logistica a zero emissioni entro il 2050.

In questo senso, il ruolo della città di Bonn è esemplare: dal 2013 tutte le consegne in città sono a impatto zero, grazie anche all’ausilio di più di 100 StreetScooter elettrici in tutta la regione.

 

Tornando a COP23, come Official Partner la sezione DHL Trade Fairs & Events (TFE) ha fornito speciali servizi logistici e aiutato  ad allestire gli spazi della conferenza: tra le altre cose, ha trasportato la drua dal National Maritime Museum di Greenwich, Londra, fino a Bonn per poter essere esibito nel World Conference Center. Il trasporto ha coinvolto un Teardrop Trailer DHL aerodinamico, particolare truck che, grazie alla scocca arrotondata, riduce di molto la resistenza dell’aria, garantendo così un minor consumo di carburante. 

 
lascia un commento