I 40 anni della missione Voyager
Testo
Mercoledì, 27 Settembre, 2017
Le sonde festeggiano 4 decenni nello Spazi
Giro di boa importante per la missione Nasa datata 1977, la più lunga e lontana di sempre

Una storia fatta di spazio infinito, territori inesplorati e continue nuove scoperte: la missione Voyager ha da poco compiuto 40 anni!

 

Erano rispettivamente il 20 agosto e il 5 settembre 1977 quando Voyager 2 e Voyager 1 lasciarono la Terra alla volta dello Spazio, non sapendo ancora che sarebbero diventate le missioni più lontane e longeve di sempre.

Tutto ebbe inizio l’estate del 1965. Alcuni scienziati della Nasa scoprirono che, sfruttando un allineamento planetario che avviene una volta ogni 176 anni, alla fine degli anni ‘70 sarebbe stato possibile far partire una navicella alla volta del Sistema Solare con molto meno carburante e in minor tempo, sfruttando la propulsione della forza di gravità dei Pianeti.

 

Da allora una lunga serie di primati: tra il 1977 e il 1990 sono stati raggiunti i quattro Pianeti del Sistema Solare esterno, visitati per la prima volta Urano e Nettuno, visti da vicino Lune e anelli, scoperti vulcani e oceani oltre la Terra e molto altro ancora.

 

E non ci sono solo i Pianeti fra gli obiettivi delle sonde: nel 2012 Voyager 1 ha varcato il limite dall’eliosfera e raggiunto lo Spazio interstellare, iniziando così a esplorare un luogo ancora sconosciuto e studiando campi magnetici e raggi cosmici allo scopo di spianare la strada anche a Voyager 2.

 

Anche DHL Express, leader mondiale in trasporti e logistica, si appresta a dominare il settore delivery oltre l’atmosfera terrestre, più precisamente sulla Luna!

Grazie alla partnership con Astrobotic, start-up USA specializzata in ingegneria spaziale, dal 2019 sarà possibile trasportare sul satellite terrestre qualsiasi oggetto che non presenti problemi di sicurezza all’interno di tre capsule denominate DHL Moonbox.

 

D’altro canto, il settore high tech rientra fra le tantissime expertise dell’azienda più internazionale al mondo, il che la rende il partner ideale per le realtà che operano in questo campo: DHL offre soluzioni su misura e un sistema di packaging adatto al trasporto di qualsiasi materiale, anche i più fragili e delicati.

 

Grazie al servizio Collect & Return poi, DHL gestisce i flussi di spedizione e offre servizi mirati a raccogliere beni tecnologici di alto valore che necessitano di interventi di riparazione, recapitandoli prima al fornitore e poi nuovamente all’utente finale. Una soluzione veloce, affidabile e garantita dalla qualità e professionalità che da sempre contraddistinguono il brand.

 

Scopri di più sui nostri servizi dedicati alle alte tecnologie!

 

 
lascia un commento