Italia primo esportatore mondiale della cantieristica nautica
Testo
Venerdì, 23 Giugno, 2017
Nautica: innovazione, export e competitività per il futuro
Come rilanciare la nautica, scommettendo sui mercati con approcci inediti: se n’è parlato alla Convention Ucina Satec 2017

Lo scorso 17 giugno 2017, il Centro Congressi del Grand Hotel Miramare di Santa Margherita Ligure ha ospitato la convention Ucina Satec 2017. L’evento ha riunito i principali imprenditori del settore nautico con i più importanti esponenti dei poli di ricerca e innovazione tecnologica.

 

Da questo confronto sono emerse interessanti prospettive. In primis, è stato chiarito che costruire un’imbarcazione senza usare gli stampi sarà possibile in un futuro più prossimo di quanto si pensi. Ergo, ci sarà un enorme vantaggio in termini di tempi e costi di produzione, grazie a supporti tecnologici come le stampanti 3D.

 

Nel frattempo, arrivano entusiasmanti conferme per il Made in Italy. L’Italia si conferma primo esportatore mondiale della cantieristica nautica: +18% nel 2016, con prospettive e stime di evoluzione rosee per il 2017.

 

Come verrà discusso anche durante il prossimo Salone Nautico di Genova (21-26 settembre 2017), l’esportazione italiana ha ribadito la propria forza nel mercato statunitense (il più grande al mondo, con un tasso di crescita annuo di 560 milioni di euro, +6,7%): negli ultimi 8 anni, i produttori tricolori hanno conquistato la leadership a discapito di Canada, Francia e Messico. Attualmente, l’influenza italiana nell’import nautico statunitense è a quota 23,3%.

 

Proprio gli USA sono inoltre gli unici concorrenti a superare l’Italia nel numero di imprese nautiche e nel relativo fatturato totale: 1.250 società e 5,9 miliardi di fatturato a stelle e strisce, 1.200 aziende e 2,5 miliardi per gli italiani.

 

A proposito del Salone, la Presidente di Ucina Carla Demaria ha assicurato che “il 92% degli espositori 2016 ha già confermato la propria partecipazione. A oggi ci sono 37 nuovi espositori confermati, tra cui Azimut Yachts, Gottifredi Maffioli, Volvo Penta, Sea Ray e Zodiac: insomma, tutti nomi eccellenti della nautica tricolore e internazionale”.

 

Al successo della nautica Made in Italy contribuisce indubbiamente anche DHL Express. Alla Convention Ucina Satec era infatti presente anche Alberto Nobis, Amministratore Delegato DHL Italy, per ribadire il ruolo di DHL come partner ideale per le aziende che operano nel settore nautico. La rapidità di risposta alle diverse esigenze dei clienti, grazie a un’approfondita conoscenza delle dinamiche internazionali e a un consolidato network globale, permette a DHL Express di fornire un servizio su misura ed efficace.  

 

I suoi interventi spaziano dall’approvvigionamento in breve tempo dei cantieri alla garanzia di consegne rapide di pezzi di ricambio per i processi produttivi, dall’assistenza fornita ai clienti in crociera e durante le regate alla gestione delle partecipazioni a fiere internazionali.

 

Clicca qui e scopri i servizi del programma DHL for Boat & Sailing. Avrai a tua disposizione l’esperienza dei Certified International Specialist, sempre pronti a offrire una consulenza professionale riguardante import, export e qualsiasi procedura in materia doganale.

 
lascia un commento