L’Hub di Hong Kong sempre più all’avanguardia
Testo
Martedì, 27 Giugno, 2017
Nuove risorse per il Central Asia Hub
Scanner a sei facce, rilevatori di spedizioni smarrite e il tirante a terra elettrico sono solo alcune delle innovative tecnologie che DHL ha introdotto nel “porto profumato”

13 Express Center, 4 Service Centers, 119 voli settimanali in arrivo e in partenza, primo Express Hub automatizzato della zona Asia Pacific… Bastano pochi numeri per capire perché il Central Asia Hub di Hong Kong sia fondamentale per il servizio globale di DHL Express. Si tratta di un polo capace di gestire perfettamente le spedizioni di un’ampia percentuale del continente asiatico e costantemente aggiornato con le più sofisticate tecnologie.

 

Tra i nuovi equipaggiamenti a disposizione dell’Hub del “porto profumato” c’è il tirante elettrico: svolgendo una funzione simile a quella di un rimorchiatore per navi in un porto, questo sistema agevola il movimento dei container all’interno del sito DHL. Il traino, alimentato da una batteria, può spingere e tirare pesi fino a 10.000 kg per circa 5 ore, prima di aver necessità di una ricarica.

 

Per migliorare ulteriormente l’efficienza dell’Hub (e portarla allo score attualeoltre il 98%), sono stati installati altri tre sistemi di scansione elettronici. Il più grande di questi è conosciuto come SICK scanner a sei facce, che riesce a identificare più rapidamente i pacchi spediti per migliorare il sistema di smistamento: dalla sua introduzione nell’ottobre del 2015, la performance in questo senso è balzata da 99,27% a 99,49%.

 

Un altro utilissimo sistema, chiamato Misplaced Detection, diminuisce il tasso di errore di spedizione riconoscendo automaticamente quando un pacco è stato consegnato nel luogo sbagliato e avvertendo lo staff DHL.

 

Il camera monitoring system aiuta invece gli impiegati segnalando i problemi negli equipaggiamenti ed eliminando così la possibilità di conseguenti costose interruzioni.

 

Ci occupiamo di ogni spedizione come se fosse nostra, mettendoci nei panni dei nostri clienti:”, ha dichiarato Tony Khan, General Manager del Central Asia Hub, “siamo stati capaci di ridurre gli errori e aumentare ancora la qualità del nostro servizio”.

 

Ma le nuove tecnologie non vengono in aiuto soltanto della customer experience: anche i dipendenti di DHL Express beneficiano del minor tasso di errore, aumentando perciò la propria performance e la propria produttività. 

 

 
lascia un commento