Un essere umano migliore?
Testo
Mercoledì, 10 Gennaio, 2018
Impianti bionici e organi artificiali per l’uomo del futuro
Le potenzialità mentali e fisiche dell’uomo sono infinite… e in fase di sviluppo scientifico

Il potenziamento dell’essere umano è un concetto ampiamente discusso e approfondito. Quarant’anni fa il super uomo era concepito esattamente come Steve Austin, il protagonista della serie TV “L’uomo da sei milioni di dollari”: un uomo bionico dalle capacità eccezionali, una sorta di cyborg.

 

Oggigiorno, le potenzialità umane non includono solo le abilità fisiche, ma anche e soprattutto quelle mentali, come la possibilità di connettere il proprio cervello a un sistema computerizzato al fine di sfruttare al meglio l’intelligenza artificiale.

 

Inverosimile? Non secondo Elon Musk, amministratore delegato di Tesla e SpaceX, oltre che di Neuralink, azienda impegnata nello sviluppo di impianti cerebrali in grado di dialogare direttamente con software operativi all’interno di computer.

 

Siamo solo agli albori di una nuova era tecnologica, ma le previsioni sono entusiastiche: si stima – infatti – che il mercato degli organi artificiali e degli impianti bionici arriverà a sfiorare i 70 milioni di dollari entro il 2021, registrando un tasso di crescita annuo dell’11,4%.

 

Nella vita di tutti i giorni, gli umani si interfacceranno sempre più con le nuove tecnologie, come – ad esempio – dei minuscoli microchip inseriti sotto la pelle che consentiranno di chiudere a chiave la propria casa, loggarsi sul pc e persino accendere l’auto.

 

Inoltre, l’uso di questi impianti bionici potrà avere in futuro un valore anche etico. Pensiamo a quelle persone non vedenti che – attraverso questi strumenti – potranno godere di sensazioni più realistiche nella lettura del braille.

 

Mentre il potenziamento delle abilità umane in campo medico è ancora in fase di sviluppo, DHL Express Medical è la gamma di servizi già messi a punto dal Gruppo, che comprende consulenza ad hoc (gestione specializzata di campioni biologici e team di esperti sulle norme per il trasporto aereo), spedizioni prioritarie (consegna a destinazione nel primo orario possibile) e imballaggi appositamente predisposti che consentano a ricercatori e professionisti del settoredi avere il materiale scientifico necessario a strettissimo giro.

 

Per avere tutte le informazioni in merito ed essere contattato da uno specialista DHLclicca qui!

 
lascia un commento