Formula E: nuovi traguardi della mobilità sostenibile
Testo
Giovedì, 12 Aprile, 2018
L’ambizioso obiettivo di DHL nell’ambito del programma “Go Green”: zero emissioni entro il 2050

Condividere l’impegno per un futuro sostenibile, mostrando i vantaggi che la mobilità elettrica può offrire alle persone e all’ambiente: è questo l’ideale da cui nasce la collaborazione tra DHL e Formula E.

Dal 2013 DHL è Founding Partner e Official Logistic Partner della manifestazione, che si configura come il primo e l’unico campionato automobilistico con monoposto completamente elettriche.

Il campionato di Formula E si basa su un'idea del presidente della FIA, Jean Todt. Le gare si svolgono nei circuiti cittadini di tutto il mondo. La prima competizione si è tenuta il 13 settembre 2014 a Pechino.

 

Un totale di 40 vetture percorrono i circuiti di undici paesi: Hong Kong, Marocco (Marrakesh), Cile (Santiago), Messico (Città del Messico), Uruguay (Punta del Este), Italia (Roma), Francia (Parigi), Germania (Berlino), Svizzera (Zurigo), Stati Uniti (New York City) e Canada (Montreal).

Per la stagione 2017/2018, avviata il 2 dicembre 2017 e in corso fino al 29 luglio 2018, la Formula E coinvolge dieci squadre con 2 piloti e 4 vetture ciascuna. Accompagnando l’evento in tutte le sue tappe, DHL adotta un approccio multimodale che integra trasporto aereo e linee ferroviarie, stradali e marittime. Il tutto supportato dalla partnership con la Formula 1 e il Motomondiale.

 

Il campione in carica è Lucas di Grassi del team Audi Sport ABT Schaeffler. Il pilota brasiliano, nel 2016, ha portato la sua auto da corsa di Formula E su un ghiacciaio vicino al Polo Nord in Groenlandia, per sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo il problema del cambiamento climatico.

Gli spettatori hanno la possibilità di partecipare attivamente al campionato, votando le auto e i piloti preferiti sul sito web dedicato o attraverso i social e un'app. Inoltre, grazie alla tecnologia HoloLens, sarà possibile vivere un’esperienza di "Mixed Reality" sperimentando gli innovativi progetti di DHL sotto forma di ologrammi.

 

A partire dal 2008 DHL è stata la prima azienda logistica globale a porsi un lungimirante obiettivo attraverso la politica “Go Green”: migliorare del 30% l’indice di efficienza delle emissioni di carbonio (CO₂) entro il 2020. Questo traguardo è stato raggiunto nel 2015, quindi la nuova sfida è raggiungere il livello di zero emissioni entro il 2050. 

La Formula E rientra in questo quadro, offrendo una nuova visione della mobilità all’interno della città, grazie a tecnologie all’avanguardia. Alberto Nobis, Amministratore Delegato DHL Express Italia, afferma che entro il 2018 verranno fissati i target energetici per le oltre 40 sedi in Italia e l’azienda si adopererà per mettere a dimora oltre 1 milione di alberi all’anno.

 

La Formula E non è solo una competizione automobilistica: si tratta di un’autentica piattaforma competitiva che consente ai produttori di automobili ed ai player della mobilità di tutto il mondo di testare e sviluppare nuove tecnologie. Tra le innovazioni introdotte dall’azienda di logistica vi è lo StreetScooter, un furgone elettrico per la consegna di posta e colli, e l’EffiBOT, un carrello-robot intelligente in grado di fornire un valido ausilio agli operatori nelle attività di picking in magazzino. Gli investimenti di DHL in ambito tecnologico sono in linea con l’accordo firmato con l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) per la salvaguardia dell’ambiente.

A tal proposito, la partnership tra DHL e Formula E è stata premiata con l’International Sponsoring Award 2016 nella categoria Innovazione.

 
lascia un commento