Go Green: insieme per la salvaguardia del Pianeta
Testo
Lunedì, 8 Agosto, 2016
Compensare le emissioni grazie al servizio “GoGreen”
Nel 2015 nove progetti e 243.797 tonnellate di CO2 compensate nel mondo

Living Responsibility per DHL non è soltanto uno slogan, ma un vero e proprio stile di vita che abbraccia tre distinte realtà: l’educazione, gli aiuti umanitari e la sostenibilità ambientale, rispettivamente con i programmi Go Teach, Go Help e Go Green.

Oggi ti vogliamo parlare proprio di Go Green. La politica “Go Green” di DHL include, oltre all’adozione spontanea di obiettivi di contenimento dell'impatto, l'opportunità per i Clienti di compensare le emissioni CO2 derivanti dal trasporto delle spedizioni internazionali. In questo modo il cliente offre un contributo aggiuntivo destinato alla salvaguardia dell’ambiente, mediante l’investimento in progetti di compensazione.

Quelli del 2015 li abbiamo raccontati sui nostri social media, ma oggi vogliamo riassumerli. Scopriamo quindi insieme cosa è stato fatto nel mondo nel 2015, grazie ai nostri clienti GoGreen:

1. CAMBOGIA

 Per evitare venga prodotta CO2 tramite l'ebollizione dell'acqua non potabile, sono stati resi disponibili dei pratici depuratori in ceramica che eliminano i batteri pericolosi senza produrre inquinamento.  

2. CINA

In Sichuan, le famiglie più povere sono costrette a produrre energia bruciando carbone, la cui combustione innalza i livelli di CO2 nell’aria: per questo viene fornito loro supporto tecnico e finanziario per introdurre digestori di biogas, coi quali possono provvedere alle faccende domestiche e cucinare senza il rischio di pericolose emissioni. 

3. HONDURAS

Nel Paese del Centroamerica molte persone sono costrette a bollire l'acqua per renderla potabile, ma la combustione del legno genera CO2 e accresce i rischi per la salute. Con il filtro Hydraid® BioSand, l’acqua viene depurata, tutelando ambiente e salute. 

4. LESOTHO

Nel 2015 si è svolto il nostro primo progetto Go Green per fornire stufe a combustibile alle famiglie: in questo modo le stoviglie tradizionali, poco pratiche e con la tendenza a produrre molta CO2, vengono sostituite da nuovi contenitori conformi al rispetto dell’ambiente.

5. INDIA

Nelle zone rurali le famiglie si guadagnano da vivere coltivando e vendendo il proprio raccolto: purtroppo però le risorse idriche, spesso sotterranee, sono difficili da reperire. Per questo DHL e i clienti Go Green hanno deciso di dotare i coltivatori di pompe a pedali che consentono di irrigare i campi in modo semplice, sostenibile ed economicamente vantaggioso. 

6. PANAMA

Grazie alla capacità di conservare la CO2 ed evitare impatti sul clima, le foreste miste del Paese hanno un importante valore ecologico, che rischia però di scomparire a causa della deforestazione. Per questo è stato ideato il programma "CO2 OL Tropical Mix", con cui le foreste vengono aiutate a rinascere proteggendo le biodiversità e reintroducendo le specie scomparse. 

7. UGANDA

 Gli agricoltori utilizzano la legna delle foreste per ardere o per attività legate al loro lavoro, provocando un gravissimo degrado forestale e il rischio di cambiamenti climatici seri. Il programma TIST consente ai coltivatori locali di piantare nuovi alberi nei propri campi, evitando così di attingere direttamente dai boschi. 

8. NICARAGUA

L’elettricità viene generata tramite combustibili fossili, che provocano alte emissioni di CO2. DHL e i Clienti Go Green danno un contributo reale attraverso il programma “Amayo Wind Power Project”, che consente di raccogliere e utilizzare l’energia sprigionata dal vento. 

9. TURCHIA

La discarica di Mamak – nei pressi di Ankara – produce ogni giorno 3.500 tonnellate di rifiuti di cui il 60% organici, la cui digestione anaerobica crea altissimi livelli di CO2 e metano. Per ovviare al problema è stato introdotto un sistema di smaltimento interno alla discarica che trasforma i gas in energia elettrica.

 

Per maggiori informazioni sui progetti di compensazione del Gruppo DPDHL clicca qui.

 

Per scoprire il servizio GoGreen scarica la nostra brochure.