I big data nel sistema sanitario
Testo
Mercoledì, 14 Marzo, 2018
I benefici dell’analisi avanzata dei dati
Un mercato in costante espansione, che permette di tagliare gli sprechi produttivi.

Immaginiamo l’alto tasso di sfide che deve affrontare un ospedale, quando è chiamato a fare previsioni riguardanti le future necessità di risorse. Quali letti e armadi saranno riempiti? Quante spugne verranno utilizzate? Quanto materiale medico sarà sprecato?

 

D’altro canto, anche le società produttrici di apparecchiature sanitarie sono spesso costrette a porsi simili interrogativi: ad esempio, come anticipare la richiesta per una particolare macchina o medicina, assicurando un approvvigionamento sufficiente. Di conseguenza, assume una notevole rilevanza la possibilità di garantire la puntualità e la sicurezza nella consegna di tali attrezzature.

 

Ed è proprio su questo campo di battaglia che l’advanced data analytics, un’estensione della cura paziente-centrica, incrocia le armi. Ergo, l’uso adeguato dei big data può quindi perfino salvare vite umane, realizzando stime precise del fabbisogno di materiale medico per l’assistenza a ogni paziente e delle tempistiche necessarie al reperimento di queste risorse (rispondendo a ogni livello di urgenza). Si tratta di un mercato in costante espansione, che passerà da un valore di 8,48 miliardi di dollari nel 2015 a 23,8 miliardi di dollari nel 2020. Non sorprende perciò che molte compagnie del settore sanitario stiano ampiamente investendo su progetti di questo taglio.

 

Si può assistere a un esempio dell’applicazione di questi studi all'Assistance Publique-Hôpitaux di Parigi: le piattaforme in dotazione riescono a quantificare le possibilità di accettazione in base ai risultati registrati in passato. In questo modo, le situazioni di emergenza real-time sono gestite e ottimizzate attraverso l’uso consapevole di sistemi di big data analysis.

 

I suddetti processi possono, insomma, realmente contribuire a un miglioramento dell’intero ecosistema sanitario globale. Un settore in cui DHL è certamente protagonista. Il suo ruolo primario all’interno del comparto medico-farmaceutico si fonda sul programma DHL For Medical, un servizio che ogni giorno si fa carico di spedizioni sensibili, farmaci o campioni diagnostici. DHL Medical Express offre infine soluzioni di imballaggio di nuova generazione come il Thermo Packaging, per spedizioni a temperatura ambiente, refrigerate o congelate.

 

Clicca qui e scopri di più sul DHL For Medical.